risparmiare guadagnare
Risparmiare Guadagnare

Risparmiare carburante: consigli e segreti per un perfetto automobilista

Come risparmiare carburante benzina diesel ma anche gpl metano

Come risparmiare carburante? Questa è una domanda che molti automibilisti si chiedono, noi di Risparmiare Guadagnare rispondiamo con la guida definitiva.

Come sappiamo il caro-benzina aumenta di giorno in giorno a discapito di tutti gli automobilisti dovendo sopportare una maggiore spesa in carburante. Oggi rinunciare all’automobile è praticamente impossibile. L’auto è soprattutto un mezzo per recarsi sul posto di lavoro, raggioungere la meta delle nostre vacanze ed i trasporti pubblici non sempre sono all’altezza delle necessità di mobilità. Torna pertanto utile tenere a mente questi 15 accorgimenti pratici per risparmiare carburante, in tal modo si ottiene un risparmio in termini economici riducendo al contempo le emissioni di anidride carbonica nell'ambiente:

  1. Nelle partenze troppo brusche il consumo di carburante è molto elevato. Le partenze migliori sono il risultato di una giusta dose di frizione-acceleratore assolutamente sbagliato far andare troppo “su di giri” il motore in partenza equivale a buttare i propri soldi dal finestrino.
  2. Utilizzare sempre la marcia superiore senza tirare inutilmentele le marce per avere massima accelerazione, questo vi costa molto caro quando fate rifornimento. Da una statistica è emerso che tra la quarta e la quinta marcia il consumo cala del 20% circa, quindi mantenere basso i giri del motore è una delle abitudini di guida più efficaci per risparmiare sul consumo di carburante.
  3. Nelle lunghe soste spegnete il motore. Ad esempio al semaforo dei passaggi a livello.
  4. In autostrada è consigliato mantenere una velocità costante. L’andatura irregolare e le continue variazioni di velocità per superare un veicolo lento o gareggiare con lo sbruffone di turno, oltre ad essere pericolose, spingono fortemente in alto i consumi. Spingere l'auto fino a 130 km/h implica un consumo del 8/10% in più rispetto ad una velocità di crociera di 120 km/h.
  5. In prossimità dei semafori rossi è consigliabile decelerare fin da lontano. E' inutile fare la corsa per arrivare prima allo stop. Rallentando nel tratto di avvicinamento al semaforo potreste giungere all'incrocio col segnale verde evitando in questo modo una costosa sosta. Lo stop-and-go cittadino è una delle principali cause del consumo di carburante.
  6. Il peso dell’automobile è determinante per il consumo di carburante. Per ridurre la spesa lasciate a casa gli oggetti inutili. Il portabagagli posteriore non è uno sgabuzzino. Ogni chilo in meno farà risparmiare molti euro in carburante.
  7. I porta-pacchi e dei porta-sci penalizzano l’aerodinamicità dell’automobile. Montateli soltanto quando vi servono avendo poi cura di smontarli successivamente. E' una questione di pochi minuti.
  8. Tenere aperti i finestrini o il tettuccio apribile nei tratti extra-urbani agisce anche come effetto frenante per l’automobile, spingendo in alto il consumo di carburante. Apriteli soltanto per il tempo necessario al ricambio dell’aria nell’abitacolo.
  9. Il climatizzatore dell’automobile aumenta i consumi del 20%. Utilizzatelo con moderazione e soltanto quando è necessario. Impostare il climatizzatore a temperature troppo basse accresce il consumo in modo esponenziale. Evitate assolutamente di accenderlo quando la vostra autovettura è stata esposta per ore al sole estivo, eviterete uno spreco notevole.
  10. Una buona manutenzione dell’automobile è il segreto per contenere i consumi di carburante. Facciamo qualche esempio. Un filtro dell’aria otturato aumenta il consumo del 10-15%. Allo stesso modo, l’olio lubrificante troppo vecchio comporta uno sforzo maggiore al motore per lavorare. La convergenza errata delle ruote aumenta l’attrito con la strada. E’ quindi raccomandabile pianificare ogni anno un check up presso le officine autorizzate chiedendo il controllo completo della vettura. Le automobili moderne sono un concentrato di tecnologia, soltanto l’occhio esperto e l’adeguata strumentazione di controllo possono consentire di avere un quadro generale del veicolo.
  11. La pressione dei pneumatici incide sui consumi e aumenta l’usura della gomma. I pneumatici sgonfi hanno un maggiore attrito con l’asfalto agendo come elemento frenante al moto della vettura. E’ buona norma far controllare la pressione dei pneumatici almeno ogni due settimane. Evitare anche di gonfiare troppo i pneumatici o le sospensioni dureranno poco. Sul libretto dell'auto è indicato il valore prescritto della pressione dei pneumatici. Inoltre, è necessario fare controllare la convergenza dell'auto dal gommista se tende verso un lato.
  12. Mantenere la distanza di sicurezza dal veicolo che precede non è soltanto un fattore di sicurezza ma anche di risparmio. Mantenendo la distanza di sicurezza si evita di frenare e accelerare in risposta alle variazioni di velocità del mezzo che precede. Mantenere la distanza di sicurezza ed una velocità di guida costante e fluida consente di risparmiare sul consumo di carburante.
  13. Un navigatore satellitare Gps evita di sbagliare strada e quindi riduce il consumo di carburante. Molti navigatori sono dotati anche di funzioni che permettono di ottenere informazioni sulle condizioni della viabilità e del traffico in tempo reale. Scegliere la strada migliore e il percorso più breve sono dei delle scelte consapevoli per risparmiare carburante.
  14. Le automobili di ultima generazione rilevano sul quadrante il consumo di carburante è consigliabile prestare molta attenzione a questo dato mentre si guida migliorare le proprie performance di eco-guida ed evitare gli sprechi.
  15. Nelle discese e nei rallentamenti è consigliabile lasciare libero il motore, togliere il piede dall'acceleratore e mettere a folle. Sempre che le condizioni della strada lo permettano.

17 gennaio 2011 - ore 17:05
scritto da: staff risparmiare guadagnare