risparmiare guadagnare
Risparmiare Guadagnare

Guida al fotovoltaico: cos'è? dove e come usarlo.

Energie rinnovabili: il Fotovoltaico, guida completa

Molti di voi si chiederanno: cosa è un impianto fotovoltaico? Una risposta molto precisa ce la da direttamente il nostro esperto:

"Dicesi impianto fotovoltaico un impianto di conversione che sfrutta l'energia solare per produrre energia elettrica mediante effetto fotovoltaico"

In questo articolo cercheremo di rispondere a tutti i vostri dubbi:

A cosa serve installare un impianto foto voltaico?
Installare un impianto fotovoltaico serve a produrre energia elettrica principalmente pre la propria abitazione o azienda e l'eventuale esubero incanalarla nei circuiti del Gestore della Rete elettrica e ricavarne un reddito.

Come funziona?
Grazie ai pannelli fotovoltaici installati sul tetto della propria abitazione o ovunque ci sia un'esposizione diretta ai raggi solari (es. terrazze, caapannoni, terreni, tettoie dei parcheggi, ecc.) la luce del sole viene trasformata in energia elettrica alternata, usufruibile per tutte le normali attività sia domestiche che commerciali. L'eventuale energia elettrica prodotta dai pannelli in eccesso, viene venduta alla società elettrica come credito da applicare sulla bolletta elettrica.

Quanti anni durano?
Un impianto fotovoltaico dura dai 25-30 anni. Si tratta quindi di un investimento in grado di durare nel tempo per almeno due generazioni. La durata media dei collettori termici, ossia per i pannelli dedicati alla produzione di acqua calda, è invece di 10-15 anni e più soggetta all'usura.

Quanto costano?
Il costo di un impianto fotovoltaico di medie dimensioni può variare da 8 mila euro a salire, in funzione delle esigenze di consumo energetico e dalle caratteristiche della propria abitazione. Nel caso dei tetti piani, robusti e ben esposti alla luce solare il costo è notevolmente inferiore rispetto ai tetti inclinati o poco esposti. Un impianto di ipo "a collettori solari" per servire acqua calda a una famiglia media 4 persone varia sui 2 mila euro circa.

Si risparmia sulla bolletta elettrica?
L'approvazione del Conto Energia ha reso conveniente realizzare un impianto fotovoltaico.

Posso usufruire degli incentivi statali?
Si. Le Regioni e lo Stato hanno predisposto bandi di gara per sostenere l'acquisto dei pannelli solari tramite la concessione di finanziamenti o contributi a fondo perduto. Verifica l'esistenza di un bando di gara regionale ed inviare la documentazione richiesta per accedere ai contributi. In assenza di bandi nella vostra regione informatevi presso gli uffici regionali su eventuali modalità di sostegno all'acquisto dei pannelli solari.

Quali e quanti tipi di impianti esistono?

E sistono due tipi di impianti: "Stand alone" (isolati) e "Grid connect" (connessi alla rete elettrica).
- Nel primo tipo "Stand alone" non sono connessi alla rete elettrica pertanto non cedono l'energia prodotta in eccesso alla rete ma la accumulano in apposite batterie locali. Questo sistema viene utilizzata per risolvere il problema delle utenze difficile, dove il collegamento la rete elettrica tradizionale trova difficoltà, per via del costo di allaciamento troppo elevato.
- Il secondo tipo "Grid connect" hanno un collegamento diretto con rete elettrica e possono scambiare energia elettrica, l'utenza può così contare sia sull'energia elettrica prodotta dal pannello fotovoltaico sia dalla normale erogazione di energia della rete nazionale.

Quanto produce un impianto fotovoltaico?
Esistono diversi fattori che influenzano la produttività di un impianto fotovoltaico:
- Superfice dell'impianto
L'inclinazione ideale dei pannelli solari rispetto al terreno è di 30°.
- Posizione dei pannelli rispetto al sole
I pannelli devono essere esposti a sud per ricevere il max. irraggiamento solare.
- Potenza della radiazione solare
L'energia solare irraggia diversamente una località del nord e del sud Italia. Basti considerare i diversi valori di insolazione media di Milano (1372,4 kWh/m2 anno), di Roma (1737,4 kWh/m2 anno) e di Trapani (1963,7 kWh/m2 anno).
- Efficienza dei moduli FV
In condizioni "standard" d'insolazione (1000 W/m2, temperatura del modulo di 25°C) si stima che l'efficienza dei moduli fotovoltaici oscilli mediamente tra 10-12,5%.
- Efficienza del BOS
Per BOS si intende l'insieme dei dispositivi e dei componenti elettrici necessari per trasferire l'energia prodotta dai moduli fotovoltaici fino alla rete elettrica. Un valore dell'85% è generalmente considerato accettabile.

Posso avere energia elettrica anche di notte?
L'uso dei pannelli fotovoltaici in rete non sostituisce il consumo della normale rete elettrica che continuerete normalmente a utilizzare. Staccarsi dalla normale rete elettrica significa dover munirsi di accumolatori di energia (batteria) che verranno ricaricati durante le ore diurne con la luce del sole, e l'acquisto delle batterie ricaricabili adate a sostituire la rete elettrica è un ulteriore spesa oltre a sacrificare uno spazio della vostra abitazione

Quali sono i vantaggi ambientali?
Gli impianti fotovoltaici riducono la domanda di energia da altre fonti tradizionali contribuendo alla riduzione dell'inquinamento atmosferico. La modularità dei pannelli solari consente di integrare i moduli sulle superfici esistenti delle abitazioni, normalmente sui tetti. L'impatto ambientale e paesaggistico è pertanto nullo.

8 aprile 2012 - ore 11:59
scritto da: staff risparmiare guadagnare